Questo sito utilizza dei cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione l'utente accetta il loro utilizzo. Ulteriori informazioni

Unioncamere del Veneto


 
Percorso: Homepage / News / Scheda News

Lavoro in Veneto: oltre 40mila entrate previste per maggio

14 maggio 2021 |  Ancora elevato il gap rispetto a un anno fa per industria e servizi

Sono oltre 40.210 le assunzioni programmate dalle imprese per maggio e arrivano a sfiorare 122.450 nell’arco del trimestre maggio-luglio. Pur in un quadro ancora di incertezza, si registra una promettente ripresa dell’attività economica globale, e con essa degli scambi commerciali, sostenuti soprattutto da Cina e USA, che insieme a un clima di maggior fiducia delle imprese grazie ai recenti allentamenti delle restrizioni anti-Covid, produce per il mese in corso una crescita dei contratti sul mese precedente (+10.100 rispetto ad aprile con un tasso di crescita del +33,5%). 

Aumenta anche la quota di imprese che programmano assunzioni passando dal 10% di aprile scorso al 13% di maggio. Resta tuttavia ancora in terreno negativo il confronto con i livelli occupazionali pre-Covid: rispetto a maggio 2019 sono -4.990 le entrate complessive programmate in meno (pari a -11%). In particolare, le imprese industriali segnalano una decrescita meno marcata delle assunzioni (-600, -4%) rispetto ai servizi (-4.390, -14,6%), dove pesa la contrazione del comparto turistico (-2.820, -27,6%). E’ quanto mostra il Bollettino mensile del Sistema informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere Anpal.