Questo sito utilizza dei cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione l'utente accetta il loro utilizzo. Ulteriori informazioni

Unioncamere del Veneto


 
Percorso: Homepage / News / Scheda News

Emergenza Covid-19, la CE chiede progetti per affrontare l'epidemia

17 marzo 2020 |  Proposte da startup e PMI per soluzioni innovative contro la pandemia
Immagine notizia

Con un messaggio urgente appena pubblicato sul suo sito ufficiale, la Commissione europea chiede alle startup e alle PMI che stiano sviluppando tecnologie e innovazioni utili a trattare, testare, monitorare o affrontare altri aspetti dell'epidemia di Coronavirus, di inviare urgentemente le loro proposte progettuali, applicando al prossimo round di finanziamenti erogati dallo European Innovation Council.

La scadenza per le domande all'EIC Accelerator del programma Horizon 2020 è fissato alle ore 17:00 di mercoledì 18 marzo (ora di Bruxelles). Le altre date di presentazione previste da questo strumento sono, per l’anno in corso, il prossimo 19 maggio e il 7 ottobre.

Con un budget di 164 milioni di euro, questo bando ha un’impostazione bottom-up, il che significa che non ci sono priorità tematiche predefinite e i candidati con innovazioni pertinenti al Coronavirus saranno valutati allo stesso modo degli altri candidati.

Ciononostante, la Commissione cercherà di accelerare la concessione di sovvenzioni EIC e finanziamenti misti (che combinano sovvenzioni e investimenti azionari) alle innovazioni riguardanti il Coronavirus, nonché di facilitare l'accesso ad altri finanziamenti e fonti di investimento.

Il finanziamento, pari al 70% dell’investimento, può variare da € 0,5 a 2,5 milioni a fondo perduto, è esente dalla normativa sugli aiuti di stato, può essere cumulato con altre tipologie di finanziamento e può essere presentato anche da una singola PMI.

Per ottenere il finanziamento è necessario presentare un progetto redatto in inglese completo degli aspetti tecnologico-scientifici, economico-finanziari ed organizzativi relativi all’innovazione proposta.

Lo strumento finanzia soluzioni estremamente innovative a livello globale, prossime all’immissione nel mercato e che presentino un grado di maturità tecnologica pari almeno a TRL 6: deve trattarsi cioè di una tecnologia dimostrata in ambiente industrialmente rilevante.

L’informazione originale della Commissione Europea – che contiene anche  ulteriori informazioni sullo strumento EIC Accelerator e al bando in oggetto – è disponibile in lingua inglese a questo link: https://ec.europa.eu/info/news/startups-and-smes-innovative-solutions-welcome-2020-mar-13_en

Per informazioni, è possibile contattare lo Sportello APRE Veneto di Unioncamere Veneto (Rif. Dott. Filippo Mazzariol, e-mail: filippo.mazzariol@eurosportelloveneto.it , tel. 041-0999411).