Questo sito utilizza dei cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione l'utente accetta il loro utilizzo. Ulteriori informazioni

Unioncamere del Veneto


 
Percorso: Homepage / News / Scheda News

Incentivi per il rilancio delle aree di crisi della Regione Veneto

19 luglio 2018 |  Disponibili 3.6 mln di euro per progetti presentati dal 19/07 al 19/09

Venezia, 19 Luglio 2018Invitalia sostiene il rilancio delle aree colpite da crisi industriali e di settore attraverso le agevolazioni previste dalla legge 181/89, che promuove iniziative imprenditoriali finalizzate al rafforzamento del tessuto produttivo locale e all'attrazione di nuovi investimenti.

Per il Veneto, la dotazione finanziaria per i territori riconosciuti come aree di crisi industriale non complessa,nello specifico le aree delVeneto orientale e della Bassa padovana, ammonta ad oltre 3.6 milioni di euro.

La presentazione dei progetti e delle domande di agevolazione potrà essere inviata online sulla piattaforma di Invitalia a partire dalle ore 12 di oggi, 19 luglio 2018 fino alle ore 12 del 17 Settembre 2018, come indicato sull'avviso pubblicato sul sito www.invitalia.it.

Le imprese interessate potranno usufruire di un accompagnamento ad hoc per la predisposizione della domanda da presentare.

Destinatari

Imprese italiane ed estere, costituite sotto forma di società di capitali, incluse società cooperative e società consortili.

Requisiti principali:

  • società già costituite – anche new company
  • in regime di contabilità ordinaria
  • non sottoposte a procedure concorsuali oppure in liquidazione volontaria
  • in regola con le normative comunitarie e nazionali 

Iniziative e settori di attività ammissibili

Sono ammissibili le iniziative che prevedano la realizzazione di programmi di investimento produttivo o programmi di investimento per la tutela ambientale, eventualmente completati da progetti per l’innovazione dell’organizzazione, con spese ammissibili non inferiori a 1,5 milioni di euro, purché realizzate nel territorio dei Comuni individuati.

Le agevolazioni 

Sono concesse nella forma del contributo in conto impianti, dell’eventuale contributo diretto alla spesa e del finanziamento agevolato, entro i limiti previsti dal regolamento (UE) n. 651/2014 - “Regolamento GBER”.

Iter Istruttorio 

Prevede essenzialmente tre fasi:

  • Verifica, per tutte le domande presentate, della sussistenza dei requisiti per l’accesso alle agevolazioni.
  • Definizione della graduatoria, sulla base della griglia di valutazione definita nell’ Avviso.
  • Valutazione delle domande – secondo l’ordine della graduatoria e fino all’esaurimento dei fondi disponibili – sulla base di specifici criteri di merito individuati dal D.M. 9 giugno 2015.

 

Materiale informativo